Nepotismo da Star

Sembra strano, ma a quanto pare molte persone si sono accorte solo di recente che non pochi attori famosi vengono da famiglie, se non addirittura dinastie, di artisti di altissimo livello.

Il povero Zachary Levi è caduto dal pero, e dopo aver fatto una figuraccia in merito allo sciopero che ha letteralmente paralizzato la produzione di film e serie Tv per mesi, ha pensato bene di fare il bis e accusare di nepotismo nientemeno che James Gunn, per aver dato (nuovamente) un ruolo all’amato fratello Sean Gunn. Ma certo, prenditela pure con un regista che tutti adorano e che è casualmente finito a fare da presidente alla DC… cosa potrà mai succedere di male?

Ma alla fine, sono tanti?

Insomma, quanti potranno mai essere questi “nepo babies”, emblemi del nepotismo dorato hollywoodiano?

Parecchi, porca miseria, e si può partire scomodando direttamente nomi davvero grossi.

I Douglas

Kirk e il figlio Michael sono sicuramente i più amati e talentuosi, ma che dire di Joel Douglas e Peter Douglas, produttori figli del patriarca, e Cameron Douglas, amato nipote interprete di film di bassa lega? C’è da dire che almeno hanno avuto la decenza di non infilarlo in produzioni importanti!

Coppola

Questa famiglia di sicuro non manca di riconoscimenti.
Il patriarca Carmine ha vinto l’Oscar per la colonna sonora de Il padrino – Parte II, il figlio Francis per la migliore sceneggiatura originale di Patton, generale d’acciaio, alla miglior sceneggiatura non originale per Il padrino e Il padrino – Parte II, miglior film e miglior regia sempre per Il padrino – Parte II; il nipote Nicolas Cage è stato giudicato miglior attore per Via da Las Vegas e infine la figlia di Francis, Sofia , ha vinto per la migliore sceneggiatura originale di Lost in Translation.

Hawn, Russel e Hudson

Bellissimi, bravissimi, dolcissimi, la famiglia allargata più bella del mondo. Goldie e Kurt, leggende degli anni ’90, hanno supportato i figli Kate, Oliver e Wyatt consentendo loro di diventare attori affermati con curriculum di tutto rispetto.

I Downey

Aspetta, cosa?
Ebbene sì, il nostro Robert Downey Senior è stato un regista di tutto rispetto negli anni ’60 e ’70, ma è stato anche prolifico autore del Saturday Night Live. Per fortuna il nostro Junior si è ripreso dai bagordi e ha finalmente liberato tutto il suo potenziale, perchè sarebbe stato un vero delitto non poter godere del suo talento.

Abbiamo davanti a noi una lista infinita che prosegue con gli attori Scott Eastwood, figlio di Clint, Liv Tyler, erede del Front-man degli Aerosmith Steven, Gwyneth Paltrow figlia dell’attrice Blythe Danner e del regista e produttore Bruce Paltrow, Lily Collins ha come papà il leggendario Phil Collins e Dakota Johnson è figlia di Melanie Griffith e Don Johnson, oltre che figliastra di un certo Antonio Banderas.

Zoë Kravitz, Lily Collins e Lily-Rose Depp

Potremmo continuare per ore

E infatti lo faremo!
Il bravissimo Jack Quaid è sostenuto da mamma Meg Ryan e papà Dennis Quaid, come l’ottima Maya Hawke, degna figlia di Uma Thurman e Ethan Hawke. Sempre restando sul talento, come non citare John David Washington, il cui padre fa Denzel di nome? Molti parlano della performance di Nico Parker in The Last of Us, probabilmente perchè mamma Thandiwe Newton le ha insegnato davvero bene a recitare, e anche Bryce Dallas Howard sta facendo fare un’ottima figura al padre Ron. Lily-Rose Depp è l’apprezzata figlia di Johnny Depp e Vanessa Paradis, nientemeno.

Qualche altro nome, prima che mi venga il tunnel carpale?

Angelina Jolie, Charlie Sheen e Emilio Estevez, Laura Dern, Colin Hanks, Josh Brolin, Patrick Schwarzenegger, Ben Stiller, Jane Fonda, Jamie Lee Curtis, Liza Minnelli, Lewis Pullman, Rashida Jones, Damon Wayans Jr, Zooey e Emily Deschanel, Miley Cyrus, Carrie Fisher, Jennifer Aniston, George Clooney, Timothée Chalamet…

Eric, Julia e Emma Roberts

Di sicuro ne ho dimenticato qualcuno ma, in tutta onestà, quali vi hanno stupito di più? E quando c’è la bravura, si deve comunque considerare nepotismo?

/ 5
Grazie per aver votato!

Il mio biglietto da visita sono grandi occhi cerulei e un sorriso affettuoso, caratteristiche perfette per mascherare umorismo triviale e un sarcasmo che altrimenti mi metterebbe in guai seri.
Mi piacciono i dinosauri, gli zombie e il formaggio; sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, ma adoro anche rivedere i classici della mia infanzia.
E il formaggio.

Pubblicato da Eleonora

Il mio biglietto da visita sono grandi occhi cerulei e un sorriso affettuoso, caratteristiche perfette per mascherare umorismo triviale e un sarcasmo che altrimenti mi metterebbe in guai seri. Mi piacciono i dinosauri, gli zombie e il formaggio; sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, ma adoro anche rivedere i classici della mia infanzia. E il formaggio.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments