Killers of the Flower Moon – Avidità, Sangue e Oro Nero

Killers of the Flower Moon, tratto dal saggio Gli assassini della terra rossa del giornalista David Gann, è stato sceneggiato da Eric Roth e Martin Scorsese che è anche regista di quello che considero uno dei suoi film migliori; vede, dopo Voglia di Ricominciare, di nuovo insieme gli attori “feticci” del cineasta, Robert De Niro e Leonardo DiCaprio, al loro fianco una strabiliante Lily Gladstone.

Con ben dieci candidature agli Oscar, Killers of the Flower Moon racconta una delle pagine di storia più oscure e purtroppo dimenticate o ignorate; neanche io ero a conoscenza delle ingiustizie e del dolore patito dalla comunità Osage.

La Trama in breve (sono pur sempre tre ore e mezza di pellicola) di Killers of the Flower Moon…

Gli Osage furono obbligati dal governo a stabilirsi, nella seconda metà del XIX secolo, nei territori dell’Oklahoma, col tempo si scoprì che in quelle terre c’era il petrolio e quindi divennero di fatto molto ricchi… da questo momento in poi, tutta la feccia bianca si recò sul territorio per appropriarsi con ogni mezzo possibile di queste ricchezze.

Una delle molte cose che mi hanno lasciata senza parole è il fatto che nessuno di loro poteva disporre del proprio denaro in quanto a ciascuno venne affidato un tutore che lo amministrava… trattati come bambini e ignoranti dai bianchi.

Ernest (Leonardo DiCaprio) sciocco e ingordo, si lascia manovrare dalla cieca avidità dello zio, chiamato “Re” (Robert De Niro) che si mostra a tutti come un amico e benefattore quando in realtà ha le mani sporche di sangue indiano.

Una delle vittime dei due uomini è Mollie (Lily Gladstone) che finirà per vivere un vero inferno a causa del denaro del petrolio.

Killer of the Flower Moon 1

Gli Osage si ammalano e periscono in circostanze poco chiare; eppure, nessuno indaga su queste innumerevoli morti. Solo l’arrivo della neonata FBI porrà fine a questa scia di sangue.

Martin Scorsese svela da subito chi sono i cattivi in questa storia… il “Re”, William Hale, nasconde la sua oscurità dietro a una facciata di bontà e amicizia ma è un amico che sarebbe meglio non incrociare mai nel proprio cammino. Mollie subirà sulla propria pelle l’amore e l’interesse di Hale che spingerà il nipote Ernest a sposarla.

Killers of the flower moon 2

Quest’ultimo è un uomo senza spina dorsale, afferma di amare la moglie ma è più interessato a seguire lo zio, quindi, inizierà ad avvelenarla somministrandole non solo insulina, che le serve in quanto diabetica, ma anche del veleno.

Attraverso il racconto della morte violenta della tribù nativa degli Osage, Scorsese vuole mostrarci una storia che è stata sepolta per troppo tempo e ricordare a chi lo ha dimenticato che gli Stati Uniti d’America sono nati sulle ceneri di chi viveva prima in questa terra un tempo selvaggia.

L’alba era sempre un momento sacro per le preghiere. Chiamano il sole “nonno”. La luna “madre”. Il fuoco “padre”. La chiamano la “luna dei fiori” quando i fiorellini ricoprono le colline di querce e le praterie. Wah’kon-tah significa “Dio”. Ti viene dato un nome Osage, è così che ti chiameranno nell’aldilà. Il tuo nome Osage non potrà mai esserti portato via.

Killers of the Flower Moon è un film che mostra il profondo amore di Scorsese per la settima arte e la sua grande passione nel raccontare storie… l’unica cosa che direi a Martin è: un’oretta di meno va bene lo stesso, sopra le tre ore è sequestro di persona.

/ 5
Grazie per aver votato!

Avete presente il mondo gotico di Penny Dreadful? Preparatevi perché non avete visto niente. Lasciatevi trascinare dal mio elegante cinismo…ne vale la pena. Se da piccola desideravo ricevere il bacio del vero amore come le principesse, con gli anni il crime si impossessa di me e capisco che dare la caccia ai cattivi è più divertente del vissero felici e contenti. Nonostante ciò, resto sempre una romanticona, infatti amo i period-drama. Da sempre ho evitato le soap spagnole ma alle Dizi turche non sono riuscita a resistere

Pubblicato da Caterina

Avete presente il mondo gotico di Penny Dreadful? Preparatevi perché non avete visto niente. Lasciatevi trascinare dal mio elegante cinismo…ne vale la pena. Se da piccola desideravo ricevere il bacio del vero amore come le principesse, con gli anni il crime si impossessa di me e capisco che dare la caccia ai cattivi è più divertente del vissero felici e contenti. Nonostante ciò, resto sempre una romanticona, infatti amo i period-drama. Da sempre ho evitato le soap spagnole ma alle Dizi turche non sono riuscita a resistere

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments