Attori che hanno visto fallire i loro franchise

Per un attore, firmare un film per il quale sono previsti dei sequel porta avanti la promessa di un impiego a lungo termine e una bella mucca da mungere ripetutamente, ma per realizzare un franchise di successo, quella prima pellicola deve far innamorare il pubblico e guadagnare una tonnellata di denaro.

Purtroppo non sono pochi i progetti annientati da un primo, inaspettato, flop, e gli attori sono i primi a pagarne le conseguenze.

franchise

Will Smith

Il nostro Principe di Bel Air non è nuovo ai successi planetari, basti pensare a Bad Boys, Independence Day o Men in Black, ma il suo Deadshot è stato fatto fuori da Suicide Squad, che dopo l’esordio deludente ha cambiato gran parte della squadra. Al suo posto è stato inserito Idris Elba, nel ruolo praticamente identico di Bloodsport.

Naomi Scott

I molti ruoli interessanti sul piccolo schermo, da Anatomia di uno Scandalo a Terra Nova, o essere la principessa Jasmine nel live action di Aladdin non hanno salvato questa affascinante interprete dal flop (annunciato e prevedibile) che è stato il re-remake di Charlie’s Angels del 2019. Troppo brutto per pensare di poter continuare il franchise.

franchise
franchise

Dwayne Johnson

Ecco… forse lui andava in cima alla lista, perchè ci teneva da morire al suo Black Adam e invece si è visto strappare il ruolo dopo una pellicola che diciamolo, è stata davvero una delusione. Sì, la DC ha deciso di rimescolare e rifare tutto daccapo, ma questo Re del botteghino ha subìto uno smacco non da poco.

Alicia Vikander

La protagonista di The Danish Girl aveva degli anfibi davvero stretti da indossare: essere la nuova Lara Croft dopo la straordinaria Angelina Jolie era praticamente impossibile, e si è visto. Non è bastato riscrivere la storia e ringiovanire la protagonista: Tomb Rider è stato un flop colossale e qualsiasi possibilità di un sequel è stata tagliata sul nascere.

franchise

Tom Cruise

La Mummia doveva essere il primo di una serie di film sui mostri classici, denominata Dark Universe. I nomi degli attori in campo per questo progetto erano veramente grossi: Javier Bardem e Anjelina Jolie nei panni di Frankenstein e signora, Johnny Depp l’uomo invisibile, Russel Crowe nel ruolo di Jekill e Hyde. Restavano poi aperti i casting per l’Uomo Lupo, Dracula, il Mostro della Laguna, il Fantasma dell’Opera e tanti altri.
Peccato che La Mummia ha fatto schifo.

Melissa McCarthy

Chiude la nostra lista un’attrice di grande talento, con tempi comici straordinari e, forse, qualche lacuna quando si tratta di scegliere la sceneggiatura.

Il Ghostbusters al femminile, purtroppo, è davvero un film orrendo, inutilmente triviale e privo di trama. L’idea c’era tutta, ma è stata sviuppata così male che sapere che è finita lì è un vero sollievo per gli spettatori.

franchise

Conoscete altri flop che hanno segnato la fine prematura di un franchise promettente?

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Il mio biglietto da visita sono grandi occhi cerulei e un sorriso affettuoso, caratteristiche perfette per mascherare umorismo triviale e un sarcasmo che altrimenti mi metterebbe in guai seri.
Mi piacciono i dinosauri, gli zombie e il formaggio; sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, ma adoro anche rivedere i classici della mia infanzia.
E il formaggio.

Pubblicato da Eleonora

Il mio biglietto da visita sono grandi occhi cerulei e un sorriso affettuoso, caratteristiche perfette per mascherare umorismo triviale e un sarcasmo che altrimenti mi metterebbe in guai seri. Mi piacciono i dinosauri, gli zombie e il formaggio; sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, ma adoro anche rivedere i classici della mia infanzia. E il formaggio.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments