A Natale puoi… trovar fratelli diabolici e so’ cazzi tuoi

A Natale puoi … dire poveri noi. Vi spiego subito perché.

Ohi Mari ho urgenza di parlarti, posso passare da te?

Ma certo fratm sai che puoi venire quando vuoi mi casa es tu casa!

E fu così che Mario, che non è davvero mio fratello ma è come se lo fosse, ha osato erodere il muro di cinta che da oltre tredici anni separava la me Grinch dal Natale!

Come?

Regalandomi un abete!

VERO! A MEEEEEEEEEEE?

Porta fuori sto abusivo da casa mia… ORA!

E invece me la sono dovuta accollare per tutto il Natale 2021 la creatura… e che non glielo vuoi dare un nome a sto poveretto? Ormai già qua sta.

Willkommen Pino Ughetto!

Lascia ogni speranza o tu che hai varcato la soglia della mia oscura dimora 😈

Pure le luci mi è toccato mettergli. Quelle al led che si possono pilotare dal telefono.

Ma ce lo vedete il Grinch ad accendere di sera l’albero di Natale via app?

Ovviamente Pino non ha avuto una lunga vita… vabbè dai RIP!

Quanti giorni mancano al prossimo?

E dire che credevo che il must – termine elegante per dire rottura di maroni – delle festività fosse la lunga maratona dei soliti film che la TV in chiaro ci propina ogni anno:

  • Ehi, ci guardiamo Sissi?
  • Ma che c’azzecca Sissi con il Natale?
  • E su dai è così romantico…
  • Oh mia me!

E che non ne vogliamo parlare di Una poltrona per due? Bellino eh… però è sempre la stessa cosa.

Perché cavolo la gente si affanna a fare un regalo diverso ogni anno se tanto poi a casa guarda gli stessi film?

Cacchio una d eufonica, mo’ chi la sente l’editor

Insomma, Una poltrona per due sta al Natale come Inga Lindström sta alla settimana di Ferragosto.

Ah, nostalgia canaglia… per fortuna è una malattia dalla quale io sono immune.

Me Grinch e Felice 🤣

Soprattutto dopo aver scoperto che quest’anno non avrò nessun abusivo aghiforme in casa mia 😇

Eppure ammetto di averla una piccola debolezza… ve lo dico piano piano…

Non tanto per vergogna quanto perché in questi giorni ho una voce che Eva Robin’s levati proprio: ho una predilezione per Un amore tutto suo.

È l’unico film che mi guardo sempre volentieri a Natale.

Mi sa proprio che mi farò Jack

Come? Non è un film natalizio?

Ma… è ambientato durante le feste… cavolo e lei sotto l’albero trova pure il manz… ehm l’amore!

Beata lei… a me capitano sempre solo casi disperati.

E non solo a Natale 😒

/ 5
Grazie per aver votato!

Amo viaggiare nella bipolarità di horror e thriller e vi accompagnerò in un tour internazionale … da PAURA! Ogni tanto mi immergo in un fresco bagno di trash grazie alle serie turche. Cercate di capirmi… un po’ di refrigerio serve a tutti. A colazione niente dolci, meglio un toast … e non menzionate il Natale… il Grinch che è in me inizia a dibattersi come uno scarafaggio colpito dal Baygon

Pubblicato da Marina

Amo viaggiare nella bipolarità di horror e thriller e vi accompagnerò in un tour internazionale … da PAURA! Ogni tanto mi immergo in un fresco bagno di trash grazie alle serie turche. Cercate di capirmi… un po’ di refrigerio serve a tutti. A colazione niente dolci, meglio un toast … e non menzionate il Natale… il Grinch che è in me inizia a dibattersi come uno scarafaggio colpito dal Baygon

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments